domenica 12 febbraio 2012

#1: Il mio libro preferito

Non ne ho uno in realtà. Ma se dovessi scegliere, calcolando che probabilmente molti titoli potrebbero esser citati in altre categorie, che di alcuni vi ho già parlato più e più volte, che questo è un po' insolito come titolo, direi


Il cinema secondo Hitchcock


L'avete mai letto? Io ho dovuto studiarlo. L'avrò divorato sei o sette volte credo, ma i concetti erano già chiari a prima vista. Mancavano sei mesi all'esame però, quindi nel dubbio...

Una chiacchierata lunga trecento pagine, nozionistica quanto basta, ricca di aneddoti spassosi, talmente scorrevole da lasciar scivolare i concetti dritti dritti dove servono. E' davvero il più divertente libro sul cinema che sia mai stato scritto, inoltre Hitchock è stato uno dei pochi registi in grado di mescolare il cinema d'autore col pop, leggere le sue memorie e conoscere il suo metodo di lavoro potrebbe essere così utile a quei cineasti barricati nei loro mattoni incomprensibili e insostenibili...

Unico difetto: ovviamente è pieno di spoiler! Ma a modo suo. Non avevo mai visto Psycho (errore mio) e scoprire così chi fosse l'assassino... ha solo aumentato la curiosità!

10 commenti:

  1. Se si studia qualcosa che ci piace è davvero una passeggiata.

    Buon lunedì!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono questi i piccoli particolari per cui mi manca l'università... altre volte era una tortura

      Elimina
  2. uau, devo regalarlo a mio marito!

    RispondiElimina
  3. Non l'ho mai sentito! :-(
    Il mio libro preferito invece è Peter Pan di J.M.Barrie... :-)
    Ma anche Il Conte di Montecristo è lì lì...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il conte di Monte Cristo non l'ho mai letto... in realtà me ne mancano tantissimi... io vorrei leggere tutto però :(

      Elimina
    2. Te lo consiglio...sono tantissime pagine scritte in piccolo, ma l'ho divorato in pochissimo tempo!

      Elimina
  4. Lo DEVO leggere!! Adoro Hitchcock e ovviamente anche Truffaut!! Devo assolutamente averlo!!
    E condivido anche quello che dici sul sentire la mancanza dell'Università! Mi accodo e sottoscrivo!!:)

    RispondiElimina
  5. Ok, il mio prossimo libro sarà il conte di Montecristo (tutto attaccato stavolta... :) )
    Segnatevelo perchè è strarodinario, niente in confronto alle solite letture universitarie!

    Carota sloggata per controllare lo stato del captcha...

    RispondiElimina