mercoledì 7 marzo 2012

All that jazz

Di solito succede il mercoledì. Ma oggi è stato più intenso del solito.
Ero svaccata al sole, sui gradini della scuola cinica quando LUI è uscito, dirigendosi verso un posto a caso lontano da lì. In un attimo tachicardia, pallore e farfalle nello stomaco, manco fossi un'adolescente. Non mi capitava da anni, giuro!
 - E' questo? - mi domanda la mia compagna di sventure quando CdS è assente.
 - eeeeeh... ssshi... - sbiascico con un filo di voce seguendolo con la testa mentre si allontana.
Ci ho messo cinque minuti a riprendermi.
LUI è un jazzista e ha lezione solo il mercoledì. Noi animatori, relegati nell'ala ovest sulla torre più alta del cinico castello (manco fossimo degli appestati) abbiamo le aule proprio accanto a quelle di jazz, quindi mi era già capitato di vederlo. E la prima volta mi ero chiesta se fosse reale o solo una proiezione dei miei ormoni impazziti. Ovviamente è bruttissimo: non tanto alto, capello lungo con annessa coda, barba incolta e aria da metallaro incazzato nascosta dagli abiti eleganti. Ma da queste parti, ultimamente l'uomo bestia tira parecchio, quindi per me è stupendo. Purtroppo però, non è come gli altri jazzisti, che ormai salutiamo e con cui chiacchieriamo durante le pause sigaretta nel bagno del secondo piano. Viene a lezione una volta a settimana e non chiacchiera, non fuma, non si ferma a strimpellare in corridoio. I miei tentativi di concupirlo con occhiatine e sorrisi si riducono a zero...
In più, da mesi si vocifera che stiano pensando di sfrattare i musicisti per far posto ai cineasti del primo anno (certi soggettoni...), quindi il tempo a mia disposizione si ridurce drasticamente: lo sfratto è previsto per aprile...
Mi son presa una cotta coi fiocchi, effetti collaterali annessi, quindi ogni rinuncia è fuori discussione. Anche se è brutto, anche se non fuma, anche se lo vedo solo una volta a settimana.
Bisogna preparare un piano d'azione! Si accettano consigli.

14 commenti:

  1. 1 pensare se davvero ti può piacere un soggetto simile, che si dimostra così, almeno dalle apparenze...
    2 raccogliere informazioni su di lui: perchè nessuno se lo fila? perchè fa l'asociale? perchè è brutto non può essere la risposta, nemmeno perchè è timido...
    3 se è il caso agire lanciandosi e vedere com'è parlarci, magari per una scusa, magari lo saluti "per sbaglio", magari ti inventi qualcosa sul fatto che ti ricorda qualcuno, magari non so, ma ci provi
    4 aspetti sviluppi.
    aggiornaci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. in realtà non è sempre solo... è che non chiacchiera con NOI... beccarlo in solitaria è un'impresa...
      mq ci proverò. anche perchè non sai quante volte mi capita di slautare gente a caso per davvero... che vuoi che sia una volta in più
      poi ovvio aggiorno...

      Elimina
  2. Non sono brava in queste cose. Dovresti però informarti su di lui, dove abita, cosa fa nella vita oltre a suonare, che posti frequenta... e magari incontrarlo "per caso".

    Un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Impresa ardua. Ma indagherò tra i musicisti che conosco... sai mai...
      Un bacio!

      Elimina
  3. torno domani, che adesso è tardi e ho sonno, e magari sparo cazzate....ah, come mi piacciono i piani d'attacco!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anch'io li adoro!! Se trovassi una soluzione UNA sarebbe meglio:D

      Elimina
  4. provaci. Tanto poi lo sfrattano, quindi: se ti va bene, ottimo cos' sai dove ripescarlo fuori dall'aula, se ti va male pace perchè tanto non lo vedrai più.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti sono decisa sul provarci... ma se le voci si rivelassero solo voci?? pace!

      Elimina
    2. massììììì, voci o non voci, te provace, che male non fa :)

      Elimina
  5. passa da me.. potrebbe interessarti!! bises

    RispondiElimina
  6. sospiro di sollievo pensavo stessi parlando di un jazzista che ho conosciuto un paio di anni fa. Poi mi sono ricordata che lui fuma. Ma magari ora non fuma più e quindi è lui...mah...
    in ogni caso cerca di carpire i posti che frequenta o le amicizie in pieno stile stalking-magari ti aiuti con facebook- e poi passa all'attacco...ti fai trovare per caso in un posto che lui frequenta e con la scusa di averlo già visto lo saluti e attacchi bottone....ora non dirmi che è una scena da film, ma magari tentar non nuoce!
    oppure buttati a kamikaze...lo fermi e ti presenti!io una volta l'ho fatto e non mi è andata male! ;)
    attendo sviluppi! :)

    RispondiElimina
  7. ok. ci sono.
    dunque, i tuoi alleati saranno: facebook in funziona stalker, sperando che ce l'abbia e abbia il profilo aperto; le tue amiche e amici; i suoi compagni di corso.

    io direi che visto che la tua infatuazione è chiara ai tuoi amici, io chiederei a loro di indagare, così, con nonchalanche, per scoprire qualcosa su di lui...che cioè, sapere da principio se è un coglione asociale, fa sempre comodo!

    mi fai sapere se ci sono novità????
    ci tengo, eh.

    RispondiElimina